Salta la navigazione

ho provato delle matite nuove almeno per me ho pensato che è successo spesso di cercare aiuto e avere in cambio il contrario e la scusa era : dico quello che penso! ma a volte è meglio stare in silenzio sopratutto quando stai parlando col gallerista che mi ha fatto esporre…. non puoi saperne più di lui ma anche stesso fai un pò di silenzio almeno fallo per me visto che le mie tele sono li dentro

a proposito di matite,a scuola la prof si lamentava che le sue allieve( che ci posso fare se alla fine la classe era solo di ragazze) usavano le matitine come i bambini…. E guai se avevi le matite scarse, quanti sacrifici a fatto mia mamma per comprarmi le matite di marca ora sono grande i colori me li compro da sola e li scelgo io
Cara prof, che per lei non ero nemmeno cosa d’istituto d’arte. Le matitine bisogna saperle usare non è solo questione di marca

certo che ne ho di rabbia repressa

Di nuovo io, mi sono affezionata a questa faccia, che ricorda un pò la mia, con due gatti rossi. Ebbene si io ho due gatti rossi. Contrariamente a quello che si può pensare non sono parenti ,hanno età diverse e sono trovatelli entrambi.

Da sinistra Romeo il più grande. Si, è venuto storto ma io ho provato a sistemarlo ma nella foto da cui ho preso il disegno è storto, cioè lui è liquido anche quando lo prendo in braccio mi scivola da tutte le parti e, quando finalmente sono riuscita a contenerlo, mi guarda e mi dice:ora fammi scendere! come dire no a Romeo.

A destra Matisse, il mio “gatto bimbo”, perché? Perché è come un bimbo vuole stare in braccio e farsi cullare come un bimbo, poi si secca e scende, mi chiama :- “ma ma!” e vuole essere accompagnato alla ciotola per mangiare ma prima…. :- “coccole, se non mi fai le coccole non mangio!” si, ti faccio tutte le coccole che vuoi, gatto coccolo.

Il mio gatto per sempre …quando ho iniziato il disegno non avevo intenzione di disegnare una faccia che ricordasse la mia ,poi a mano a mano che il disegno andava avanti senza volerlo sono venute fuori delle somiglianze a quel punto ho cambiato il colore al gatto ed eccoci qui per sempre insieme.

min reborn baby full body con arti mobili

si mi piace anche la fotografia principalmente l’idea era quella di creare immagini mie per poi farci dei disegni o quadri ad olio, ma poi mi sono appassionata ed ho trovato in mia sorella una modella perfetta per le mie foto quasi fosse un mio alter ego e quindi perchè non provare anche con la scultura? qui ho provato a copiare uno shooting fotografico

i pensieri quelli senza senso , che arrivano cosi e allo stesso modo vanno via per asciare il posto ad altri, quei pensieri che ti tengono sveglio la notte

non c’è un motivo in particolare intanto stanno li in fila e poi ti chiedi come mai di giorno vai in giro come uno zombie

hai presente quando è estate e fa troppo caldo per mettersi d’impegno ma vuoi fare lo stesso qualcosa per passare il tempo nell’attesa delle ore più fresche

ecco in queste situazioni a me succede questo dipingere un acquerello un immagine qualunque su una carta qualunque

ad occhi chiusi

Non c’è più tempo,non ho tempo mi devo sbrigare… a fare cosa non si sa ma intanto non c’è mai tempo, sempre con la fretta addosso sempre ad inseguire qualcosa. Sei sempre sbagliata, sei troppo giovane poi di colpo diventi vecchia. Ormai sono vecchia non c’è più tempo.